close
    search Buscar

    Montmartre, Paris

    Qui suis-je
    Pau Monfort
    @paumonfort

    Commentaires sur l'article:

    avertissement de contenu



    Gli argomenti di Montmartre, Parigi:

    • 1 Montmartre: guida per l’uso
    • 2 Dove si trova il quartiere
    • 3 Come arrivare a Montmartre
    • 4 Un po’ di storia
    • 5 Cosa vedere a Montmartre
      • 5.1 La piazza centrale: Place du Tertre
      • 5.2 La Basilica del Sacro Cuore
      • 5.3 La chiesa di St. Pierre de Montmartre
      • 5.4 Lo storico locale Moulin de la Galette
      • 5.5 La scultura Le Passe Muraille (l’uomo attraversa muri)
      • 5.6 Dalì Paris
      • 5.7 Cimitero di Montmartre
      • 5.8 Muro dei Je t’aime
    • 6 Le vie del quartiere da non perdere
      • 6.1 Rue Lepic
      • 6.2 Rue Saint-Vincent
      • 6.3 Rue Junot
    • 7 Cosa fare a Montmartre
      • 7.1 Shopping in Place du Tertre
      • 7.2 Visitare il Museo del Cioccolato (che in realtà è una boutique del cioccolato)
      • 7.3 Rilassarsi con caffè e macarons
      • 7.4 Scoprire Montmartre attraverso il suo Museo
      • 7.5 Godersi uno spettacolo di cabaret
    • 8 Où manger
      • 8.1 Cafè des Deux Moulins (Amélie)
      • 8.2 Relais Gascon (francese)
      • 8.3 Taverne de Montmartre (francese)
      • 8.4 Soul Kitchen (francese)
      • 8.5 Il Padrino (italiano)
      • 8.6 Crêperie Brocéliande
    • 9 Cosa comprare e dove fare shopping
    • 10 I principali eventi che si tengono a Montmartre
    • 11 Montmartre la sera
    • 12 Dove dormire: hotel in zona Montmartre
    • 13 Tour di Montmartre
    • 14 Mappa: cosa vedere nel quartiere

    Montmartre: guida per l’uso

    Piccole stradine con il pavé (la pavimentazione con i sampietrini!), des maisons ricoperte di edera, graziosi café e pittori squattrinati che provano a guadagnarsi da vivere con la loro arte. voici (o meglio era per alcuni aspetti) Montmartre!





    Parigi è una città composta soprattutto da grandi piazze, grandi boulevard e grandi palazzi, e forse Montmartre è speciale proprio perché è diversa dal resto della capitale francese.

    Sembra un paradosso, ma il quartiere più famoso di Parigi è forse quello meno rappresentativo del resto della città.

    Questo spiega perché, in un viaggio a Parigi, una tappa a Montmartre non dovrebbe mai mancare: perdetevi fra le sue ruelles, godetevi gli scorci sul Sacre Coeur, prendete una crêpe in uno dei suoni tanti café, molto meglio se in compagnia di una persona speciale, e vi ricorderete di quei momenti per il resto della vostra vita.

    Ne soyez pas intimidé par ça fiumana di turisti lungo le vie principali e dai negozi di souvenir tutti uguali: basta laisser vraiment di poco dalle vie più affollate e Montmartre torna ad essere un quartiere assolutamente gradevole da vivere.

    Non è un caso che questo quartiere di Parigi abbia fatto da sfondo a capolavori come il film Il favoloso mondo di Amélie, o sia stato immortalato dai più grandi pittori impressionisti come “Bal au moulin de la Galette” di Renoir.

    Da non confondere invece con i quadri “Boulevard Montmartre” di Pissarro i quali non ritraggono questo quartiere.

    Dove si trova il quartiere

    La collina di Montmartre si trova a nord di Parigi ed è il punto più alto della città nel 18° arrondissement (distretto), sulla Rive Droite, la riva destra rispetto alla Senna.

    Sulla cima della collina spicca la Basilica del Sacro Cuore.


    Comment arriver à Montmartre

    Ci sono varie fermate della métropolitain parigina vicino alla collina di Montmartre:

    • Anvers (linea 2)
    • Pigalle (linea 2 o 12)
    • Abbesses (linea 12)
    • Lamarck-Caulaincourt (linea 12).
    • Jules Joffrin (linea 12)

    La più comoda è sicuramente la fermata di Anvers; una volta scesi dalla metro, dovrete imboccare la rue Steinkerque.


    Se volete prendere la funicolare (Funiculaire de Montmartre), che porta le persone su fin dal 1900, anno della sua inaugurazione, le fermate più vicine sono Abbesses e Anvers.

    Oppure, salite sulle scale monumentali che costeggiano la funicolare (vi attendono 197 gradini… ) e arriverete fino alla cima della collina!

    La funicolare di Montmartre. La cupola bianca della Basilica del Sacro Cuore è un richiamo forte per turisti e parigini!

    Un peu d'histoire

    Sebbene in francese Montmartre voglia dire Monte del martire, in riferimento al martirio dei primi cristiani di Parigi, probabilmente il nome deriva dal Campo di Marte di epoca romana, successivamente cristianizzato per eliminare ogni riferimento alle origini pagane del luogo.

    La butte de Montmartre, ossia la collina che domina la zona, ha ospitato per molti secoli un’importante abbazia, distrutta durante la Rivoluzione francese, di cui è sopravvissuta la église Saint Pierre: la storia stessa della chiesa, la preferita dagli abitanti di Montmartre, è un piccolo condensato di quella francese!

    Montmartre venne annessa a Parigi nel 1860 e il suo carattere “fuori dagli schemi” emerge anche da un ben noto fatto storico. Infatti, quando la Francia cedette ai prussiani nel 1871, Montmartre si rifiutò di consegnare il cannone posto a protezione della collina, dando origine alla Comune di Parigi, un tentativo di governo della classe operaia, successivamente fallito.


    Sulla sommità della collina è stata edificata la Basilique du Sacré-Cœur, completata nel 1919, da cui si può ammirare uno dei panorami più belli di Parigi. Salire per credere!

    Montmartre, comunque, è stata più famosa come destinazione di svago e di perdizione, che non come luogo sacro: i primi cabaret nacquero proprio nel quartiere o nelle immediate vicinanze, e tra i più famosi si annoverano Le Chat Noir e il Moulin Rouge, ancora esistente.


    La zona inoltre era famosa per i bordelli, e ancora oggi il distretto di Pigalle (ai piedi della collina di Montmartre) mantiene un po’ il nome di quartiere a luci rosse, sebbene si tratti per lo più di scenografia per i turisti.

    Cosa vedere a Montmartre

    La piazza centrale: Place du Tertre

    Non potevamo che cominciare dalla carré che si trova al centro del quartiere ed è il regno degli artisti!

    In Place du Tertre vedrete soprattutto pittori, disegnatori, turisti e, tutto intorno, piccoli negozi, e ristoranti. Di sicuro vi sarà proposto un ritratto o una caricatura, in modo molto convincente!

    Pensate che in passato tra questi artisti c’erano anche Picasso e Utrillo (che nella piazza avevano anche le loro abitazioni!).

    Place du Tertre con le sue opere in mostra.

    Pensate che Picasso ha dipinto nel 1907 a Montmartre il famoso quadro Damoiselles d’ Avignon, oggi custodito al museo MoMA di New York.

    Place du TertreTutte le info

    La Basilique du Sacré-Cœur

    La Basilique du Sacré-Cœur è probabilmente l’attrazione più nota di Montmartre.

    Candida e arroccata sul colle, le Sacre Coeur è una tappa obbligata per chi visita Parigi.

    La Basilique du Sacré-Cœur

    Al suo interno è possibile ammirare il più grande mosaico francese al soffitto e raggiungere a piedi la cupola per assaporare un panorama senza paragoni (a proposito: se volete fare i “cacciatori” di panorami parigini, leggete qui!).

    Basilica del Sacro CuoreTutte le info

    La chiesa di St. Pierre de Montmartre

    La Chiesa di St. Pierre de Montmartre, una delle più antiche di tutta Parigi; si trova proprio accanto al Sacro Cuore, e qui nel 1534 Ignazio di Loyola fondò la Compagnia di Gesù.

    Una bella immagine notturna della chiesa di Saint Pierre de Montmartre.
    Chiesa di Saint Pierre de MontmartreTutte le info

    Lo storico locale Moulin de la Galette

    Il Moulin de la Galette è uno storico locale da ballo sulla rue Lepic che era frequentato dai più importanti artisti del mondo della pittura.

    Fu dipinto da Renoir nell’opera “Bal au moulin de la Galette”, capolavoro del primo Impressionismo, da Van Gogh (il quadro si chiama “Le moulin de la Galette“) e da numerosi altri artisti come Picasso e Utrillo.

    La scultura Le Passe Muraille (l’uomo attraversa muri)

    Di grande impatto la scultura di Bronzo “Le Passe Muraille”, realizzata da Jean Marais nel 1989, che rievoca la novella di Marcel Aymé su un uomo in grado di attraversare i muri.

    Si trova nella Place Marcel Aymé, dove visse l’omonimo scrittore e raffigura, per l’appunto, un uomo che passa attraverso un muro di pietra!

    Le Passe Muraille (L’attraversa muri): da fotografare assolutamente.

    Secondo il racconto, risalente al 1943, esisteva un uomo in grado di attraversare i muri, che abitava proprio a Montmartre e che (vi sveliamo il finale 🙂 sperando che non vi dispiaccia) rimase intrappolato a causa dell’amore.

    Dalì Paris

    Il est di un museo tematico permanente dedicato a Salvador Dalì in cui è possibile visionare le sue più belle sculture, tantissime illustrazioni e litografie.

    Nel museo, che si trova in rue Poulbot 11, sono custodite più di 300 opere dell’artista catalano. L’ideale per approfondire la conoscenza di Dalì!

    Cimitero di Montmartre

    Il Cimetière de Montmartre, al n° 20 di avenue Rachel, è stato aperto nel 1825 ed è particolarmente apprezzato in quanto ospitante tombe di personaggi e artisti importanti come Ampère, Zola, Stendhal o Truffaut, Berlioz, Dumas figlio, Degas, e anche la nostra Dalida, solo per citarne qualcuno.

    Percorrendo il cimitero, fate caso anche alla sua vegetazione: ci sono circa 40 diverse specie di alberi.

    Muro dei Je t’aime

    I più romantici non potranno che apprezzare il suggestivo Muro dei Je t’aime in zona metro Abbesses.

    Si tratta di un’opera di Frédéric Baron e Claire Kito di 40 metri quadrati circa, composta di 612 piastrelle blu su cui compare la scritta “ti amo” in diverse lingue.

    Le vie del quartiere da non perdere

    Rue Lepic

    Romantica e dall’atmosfera decisamente bohémienne, questa via di Montmartre è costituita dalla salita che porta alla nota collina.

    Cosa aspettarsi? Piccoli cafè, negozietti, mercati, ovvero la Parigi meno turistica e più affascinante.

    È in questa strada che possiamo trovare il Café des 2 Moulins, il bistrot che ha fatto da scenario a molte riprese del film apprezzatissimo dal pubblico Le monde fabuleux d'Amélie. Sì, era proprio il luogo dove lavorare Amélie!

    Il Café des 2 Moulins. Dentro ci sarà Amélie?

    Rue Saint-Vincent

    Rue Saint-Vincent è un museo open air. Un po’ defilata dai classici itinerari turistici, ha molto da offrire in termini di paesaggio e non solo.

    Questa via ospita delle suggestive vigne che creano uno spazio verde incredibile nel cuore di una metropoli come Parigi, ma anche il magico Jardin Sauvage in cui la vegetazione cresce libera dall’opera dell’uomo.

    Questa strada offre anche il tipico cabaret francese nel più noto locale della capitale: Lapin Agile.

    Rue Junot

    Rue Junot è probabilmente la strada più celebre del quartiere. È in questa via che possiamo trovare i palazzi e le costruzioni più opulente che raccontano un quartiere diverso fatto di ricchezza e benessere.

    Tra un edificio nobiliare e l’altro possiamo trovare anche cinema e teatri in cui godere della fervente vita culturale della città.

    Cosa fare a Montmartre

    Shopping in Place du Tertre

    Passeggiando per le vie di Montmartre a Parigi non si può resistere alla possibilità di portarsi a casa un pezzetto d’arte. In Place du Tertre è possibile acquistare acquerelli, carboncini, quadri e caricature per ogni gusto.

    Visitare il Museo del Cioccolato (che in realtà è una boutique del cioccolato)

    Una visita che può rendere più dolce il soggiorno in Francia è quella al Petit Musée du Chocolat, per lasciarsi avvolgere dai profumi e dai sapori del cioccolato. Si trova al 7 Rue de Steinkerque.

    Per informazioni su altre cioccolaterie consigliate nella capitale francese, fate click sul pulsante di approfondimento!

    Le migliori cioccolaterieTutte le info

    Rilassarsi con caffè e macarons

    Montmartre è anche il luogo ideale per prendersi il tempo di assaporare la vita parigina da artisti. Una tazza di caffè bollente, un paio di macarons e un buon libro seduti ad un cafè non hanno prezzo.

    Scoprire Montmartre attraverso il suo Museo

    In rue Cortot 12 troviamo il piccolo ma suggestivo Musée de Montmartre che ospita collezioni permanenti e mostre temporanee da non perdere.

    Perfetto per ripercorrere i momenti della vita del quartiere, che nacque come villaggio campagnolo, per poi trasformarsi nel centro dei movimenti artistici europei nel periodo compreso tra i XIX e il XX secolo.

    Gli edifici del museo sono stati in passato dimora di artisti illustri, tra cui Pierre-Auguste Renoir e Suzanne Valadon, particolare che contribuisce ad accrescerne il fascino.

    Godersi uno spettacolo di cabaret

    Can can e cabaret, sono cose da fare assolutamente a Parigi, e dove se non in questo poliedrico quartiere!

    Un’esperienza magica la offre il Michou (80 Rue des Martyrs) con le sue drag queen e i saporiti menù.

    Un famosa alternativa, nelle vicinanze, è il celebre Moulin Rouge, che si trova all’indirizzo 82 Boulevard de Clichy a Pigalle.

    Il leggendario cabaret propone, per esempio, questa esperienza di due ore che comprende spettacolo e champagne. Se volete anche la cena, c’è anche questa proposta!

    où manger

    Ecco qualche suggerimento per voi!

    Cafè des Deux Moulins (Amélie)

    Cafè des Deux Moulins (15, Rue Lepic), quello del Favoloso Mondo di Amélie, ha in sé tutto il fascino parigino e si trova nel cuore del quartiere. Perfetto dunque per un pranzo o per l’ora dell’happy hour.

    Relais Gascon (francese)

    Le Relais Gascon (6, Rue des Abbesses) è un locale molto apprezzato dai residenti ed è anche abbastanza economico. Un trattamento semplice e famigliare con porzioni abbondanti e con un listino accessibile.

    Taverne de Montmartre (francese)

    La Taverne de Montmartre (25, Rue Gabrielle) è un ristorante davvero caratteristico, fuori dal circuito turistico classico. Armarsi però di pazienza, perché per mangiare qui si deve attendere.

    Soul Kitchen (francese)

    Soul Kitchen (33, Rue Lamarck) è uno spazio giovane, dalle atmosfere vintage e familiari, che risulta molto accogliente. Prodotti a km 0 e biologici compongono piatti davvero gustosi.

    Il Padrino (italiano)

    Il Padrino (49, Rue Custine) è il posto giusto per non sentire nostalgia di casa. L’atmosfera che richiama la nota trilogia cinematografica si accosta ad un menù abbondante e saporito.

    Crêperie Brocéliande

    Crêperie Brocéliande (15, Rue des 3 Frères) è il luogo giusto per innamorarsi del dolce tipico francese come si evince dal nome.

    Cari golosi, vi proponiamo un approfondimento sul tema!

    Le migliori creperieTutte le info

    Cosa comprare e dove fare shopping

    Montmartre è un quartiere ricco di negozietti interessanti che vendono souvenir, ma anche tante altre cose sfiziose. Per portarsi a casa un pezzo di Francia da Montmartre possiamo considerare:

    • un ritratto fatto dagli artisti di strada;
    • una miniatura del Sacro Cuore;
    • un pezzo di antiquariato o un libro antico;
    • abbigliamento e bigiotteria da Mademoiselle Montmartre (17 Rue al Vieuville)
    • cioccolato, per esempio nella Boutique LINDT (13 Rue de Steinkerque)
    • oggetti raffiguranti angeli e arcangeli presso La Boutique des Anges Paris Montmartre (2, rue Yvonne le Tac)

    I principali eventi che si tengono a Montmartre

    La Fête des vendanges è di certo l’evento più importante che coinvolge il noto quartiere parigino. Si tiene all’inizio di ottobre ogni anno per cinque giorni di festeggiamenti a base di vino, cioccolato e formaggio con un programma molto fitto.

    Si segnalano inoltre diverse mostre d’arte presso i musei locali che variano a seconda del periodo.

    Montmartre la sera

    La sera è il momento ideale per vivere il quartiere in modo intenso, con l’allure romantica che solo una zona di artisti possiede.

    Cena e cabaret sono un binomio molto frequente nel quartiere presso i locali più importanti della zona: un’esperienza da vivere almeno una volta nella vita.

    Spettacoli teatrali e cinematografici sono all’ordine del giorno negli spazi culturali di Montmartre, in ogni periodo dell’anno.

    La notte qui è giovane grazie ai numerosi locali, piccoli ma molto vivaci, in cui intrattenersi con musica e dj-set fino all’alba.

    Dove dormire: hotel in zona Montmartre

    Perché dormire in questa zona?

    Per la sua atmosfera e anche perché gli alberghi sono mediamente convenienti, con un risparmio anche del 20%-30% rispetto ad altre zone della città. 

    Bisogna però anche riconoscere che il quartiere è un po’ decentrato e i collegamenti sono i mezzi non sono ottimi. Vi consigliamo, a questo proposito, di preferire gli hotel vicini alle fermate della metro (linea 12 e 2).

    Ed evitate le stradine laterali di Pigalle!

    Hotel consigliati su Booking nella zona di Montmartre

    Se per il vostro alloggio volete valutare anche altre zone di Parigi, qui troverete tanti consigli.

    Tour di Montmartre

    ajouter un commentaire depuis Montmartre, Paris
    Commentaire envoyé avec succès ! Nous l'examinerons dans les prochaines heures.